Close

I configuratori grafici di prodotto… questi sconosciuti

Shares

Ciao!

Se siete arrivati qui vuol dire che siete interessati a a sapere che cos’è un configuratore grafico di prodotto e a cosa serve.

In poche parole:

Un configuratore grafico di prodotto è un ambiente software, un “framework”, che mette a disposizione degli strumenti più o meno avanzati, fatti da tool di programmazione, compositori visuali, parser di linguaggi etc., che permettono di costruire graficamente un prodotto, come per esempio un mobile, una cucina, un allestimento di interni o qualsiasi altra cosa che sia componibile, associando ad esso tutta una serie di informazioni, come ad esempio gli articoli di cui esso è composto (la cosiddetta Bill Of Materials, o BOM, che in italiano si traduce con “distinta base dei materiali”) , il prezzo di ogni componente, le varianti di ciascun articolo e quindi del prodotto finale e tanto altro, compreso perfino il programma macchina, ovvero il file CAM fisico che ciascun articolo richiede per essere lavorato e assemblato insieme agli altri su un’ eventuale macchina a controllo numerico.

Se il tutto è stato programmato a dovere, il risultato finale è una rappresentazione grafica 3D e renderizzabile del prodotto finito, col vantaggio che ogni volta che si cambia qualcosa nel prodotto, per esempio il colore o anche il numero e la posizione delle viti che tiene insieme il tutto, non ci sarà più bisogno di rifare il processo di progettazione daccapo e addirittura potrà accadere che gli articoli di cui è composto il prodotto, oltre che essere modificati per esempio nelle dimensioni o nel colore, vengono automaticamente modificati anche nel programma CAM, per cui anche le macchine che lavorano gli articoli erediteranno le modifiche progettuali.

L’output ovviamente potrà essere importato in un qualsiasi ERP in maniera da farne l’uso più opportuno: BI, avanzamento di produzione, gestione magazzino e chi più ne ha più ne metta.

Una delle principali domande o obiezioni che mi vengono poste è che esistono già degli strumenti o delle estensioni di strumenti ben più noti e diffusi che fanno questo. Basti pensare alle soluzioni offerte da Solidworks o altri prodotti simili, presenti in qualsiasi ufficio di progettazione degno di questo nome.

Il vantaggio allora dove risiede?

Semplice. Nel fatto che ogni azienda può costruirsi il suo catalogo digitale di prodotti e distribuire quest’ultimo ai punti vendita i quali, tramite una versione semplificata e amichevole del configuratore, possono comporre i prodotti e spedire l’ordine accettato dal cliente finale all’azienda in maniera telematica. L’ordine potrà contenere già in partenza tutte le informazioni per un preventivo, una richiesta di materiali a terzi o per la lavorazione dei singoli articoli che lo compongono, con un risparmio netto notevole in termini di lead time!

About admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Shares